Crea sito

mammachebuono

 

 
immagine tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 

Filastrocche di carnevale

 

Ecco le maschere

 

Buongiorno Signori, io sono ARLECCHINO,

son lazzarone e a volte sciocchino;

allegro, svogliato, un poco monello,

vi faccio un inchino, mi tolgo il cappello.

 

Se c'è musica di tarantella

pronto a ballare c'è già PULCINELLA.

Io vengo da Napoli dove perfetti

servono al dente gustosi spaghetti.

 

Ho il naso paonazzo, il cappello a tricorno,

sono GIANDUIA, il perdigiorno.

Giacca marrone, il panciotto giallo,

porto i colori di un bel pappagallo.

 

Son di Bologna, io son BALANZONE,

grosso e imponente, gran dottorone.

Io che mi credo dotto e sapiente

chiacchiero molto e non faccio mai niente.

 

Son siciliano, io son BEPPE NAPPA

che le risate ogni volta vi strappa.

Con i saltelli, con balli e con lazzi

faccio felici ragazze e ragazzi.

 

 

Viva viva il carnevale

Viva viva il Carnevale

con il pepe e con il sale

la tristezza manda via

e ci porta l'allegria!

Fischi canti e suoni e balli

la vecchietta vuol ballare

ed il nonnetto vuol cantare

Ad un tratto vedo il babbo

travestito da indiano.

Chi si veste da Arlecchino

chi da Zorro o da Pinocchio

chi da gatto o da fatina

da pagliaccio o da soldato!

Com'è bello Carnevale

che schiamazza per le strade

fa scordare ogni male.

Viva viva il carnevale.

 

 

Girotondo delle mascherine

Girotondo, girotondo,

noi giriamo tutto il mondo.

Ci son Gianduia e Meneghino,
Pulcinella
e Arlecchino.
Ci son Brighella
e Pantalone,

Meo Patacca e Balanzone

Beppe Nappa siciliano

Stenterello che è toscano...

Girotondo, girotondo,

noi viaggiam per tutto il mondo,

e con noi portiam la gioia

che è nemica della noia.

 

 

Carnevale eccolo qua

Viva viva il Carnevale

che ritorna puntuale;

travestito e mascherato

Pensa un pò chi là inventato?

Con le buffe mascherine,

con coriandoli e palline

la sfilata noi faremo,

quanto ci divertiremo!

Al profumo delle frittelle,

da panini e caramelle,

è una grande scorpacciata

tra uno scherzo e una risata.

 

 

Domani è festa

Domani è festa,

mangiamo la minestra.

La minestra non è cotta,

mangiamo la ricotta.

Tiriamo la cordicella,

esce fuori Pulcinella

con un piatto di maccheroni,

e li mangia in due bocconi.

 

 

 

guardate guardate signori e signori ne vedrete di tutti i colori....

 

Balanzon gran dottore,

Pantalon gran signore,

Arlecchino e poi Brighella,

ecco arriva Pulcinella.

 

Furbe, vispe e birichine...

 

benvenute mascherine!

 

 

Arlecchino ti presento

tutte toppe ma contento

 

gif tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

Arlecchino scappa fuori

col vestito a più colori,

salta, balla e corre via

sempre pieno di allegria.

Son Brighella  bergamasco.

Negli inganni non ci casco,

sono furbo e ho fantasia,

dico solo qualche bugia.

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 

 

 

 

E Tartaglia che non sbaglia,

quando canta non tartaglia

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

Un bicchiere tiene in mano

Meneghino di Milano.

Cosa aspetta? Cose buone,

soprattutto un panettone.

 

Meneghino che pian pian

va a passeggio per Milano

Il Marchese ha l'occhiolino

per vedere più vicino

 

 

 

Ha un bel viso a luna piena,

di scherzare è sempre in vena

il Gianduia di Torino

dal cervello sveglio e fino.

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

E Gianduia il piemontese

che di tutti è il più cortese

E Pierrot vediamo qui

è venuto da Paris

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 

 

 

Vuoi sapere chi è costui?

Beppe Nappa è proprio lui

BEPPE NAPPA SICILIANO

 

Pulcinella saggio e arguto

che da Napoli è venuto

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

Canticchiando, Pulcinella

la chitarra sua strimpella.

Se gli getti due soldoni

se li mangia in maccheroni.

 

 

 

 

Grasso grasso e chiaccherone

è il dottore Balanzone,

è difficile frenare

la sua voglia di parlare.

 

 

 

             Immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 

 

Da Bologna ecco che avanza

Balanzon dalla gran panza

 

 

E' chiamato Stenterello perchè magro e poverello.

Da Firenze viene e dice che con poco lui è felice.

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 
 

Capitan sono e Spavento è il mio nome. Mille e cento te li infilo con la spada se li trovo sulla strada.

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

 

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

PANTALONE VENEZIANO

Col vestito rosso e nero

e l'aspetto suo severo

Pantalone ricco e avaro

ama solo il suo denaro.

filastrocche tratte dal libro "colora le maschere" di Attilio Cassinelli - Giunti 0/6 zerosei

E dal libro "Filastrocche di carnevale" Giunti Kids

 

 

Carnevale in filastrocca,

con la maschera sulla bocca,
con la maschera sugli occhi,
con le toppe sui ginocchi:
sono le toppe d’Arlecchino,
vestito di carta, poverino.
Pulcinella è grosso e bianco,
e Pierrot fa il saltimbanco.
Pantalon dei Bisognosi
“Colombina,” dice, “mi sposi?”
Gianduia lecca un cioccolatino
e non ne da niente a Meneghino,
mentre Gioppino col suo randello
mena botte a Stenterello.
Per fortuna il dottor Balanzone
gli fa una bella medicazione,
poi lo consola: “E’ Carnevale,
e ogni scherzo per oggi vale.”

 

filatrocca segnalata da Annalisa. Tratta dal sito www.filastrocche.it

Il vestito di Arlecchino
di Gianni Rodari
Per fare un vestito ad Arlecchino
ci mise una toppa Meneghino,
ne mise un'altra Pulcinella,
una Gianduia, una Brighella.
Pantalone, vecchio pidocchio,
ci mise uno strappo sul ginocchio,
e Stenterello, largo di mano
qualche macchia di vino toscano.
Colombina che lo cuci'
fece un vestito stretto cosi'.
Arlecchino lo mise lo stesso
ma ci stava un tantino perplesso.
Disse allora Balanzone,
bolognese dottorone:
"Ti assicuro e te lo giuro
che ti andra' bene li mese venturo
se osserverai la mia ricetta:
un giorno digiuno e l'altro bolletta!".

Filatrocca tratta dal sito www.filastrocche.it

 

 

Carnevale
E' tornato Carnevale.
Per la strada, tra un inchino
e una buffa riverenza,
vanno allegri un Arlecchino,
Colombina, Pantalone,
Corallina, Balanzone,
e Rosaura con Brighella
a braccetto a Pulcinella.
"Fo' l'inchino......Serva sua"
"E io fo' la riverenza, Eccellenza....!"
E giu' risa, scherzi, grida e schiamazzi
di fanciulli e di ragazzi.

filatrocca tratta dal sito www.filastrocche.it

A Carnevale ogni rima vale
Carnevale, scherzi e balli
con le maschere e gli sballi.
Ecco arriva Pulcinella
sotto braccio con Brighella.
Li raggiunge Pantalone
col suo amico Balanzone,
Beppe Nappa golosone
si presenta col torrone.
Arlecchino e Colombina,
bella coppia birichina.
Meneghino e Rugantino
vanno insieme nel trenino.
Gianduia, gianduiato
preferisce il cioccolato.
Corre forte Scaramuccia
e ci casca sulla buccia.
Sfortunato Stenterello
senza soldi nel cestello.
Viva le maschere italiane
son le piu' belle del reame.

filatrocca tratta dal sito www.filastrocche.it

 

 

immagine  tratta dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

Carnevale vecchio e pazzo

Carnevale vecchio e pazzo
s’è venduto il materasso
per comprare pane e vino
tarallucci e cotechino.
E mangiando a crepapelle
la montagna di frittelle
gli è cresciuto un gran pancione
che somiglia a un pallone.
Beve e beve e all’improvviso
gli diventa rosso il viso,
poi gli scoppia anche la pancia
mentre ancora mangia, mangia…
Così muore Carnevale
e gli fanno il funerale,
dalla polvere era nato
ed in polvere è tornato.
 

(Gabriele D’Annunzio)

 

Il girotondo delle maschere

E' Gianduia
torinese
Meneghino
milanese.
Vien da Bergamo Arlecchino

Stenterello è fiorentino.
Veneziano è Pantalone,
con l'allegra Colombina.
Di Bologna Balanzone,

con il furbo Fagiolino.
Vien da Roma Rugantino:
Pur romano è Meo Patacca.
Siciliano Beppe Nappa
,


di Verona Fraccanappa
e Pulcinella
napoletano.


Lieti e concordi si dan la mano;


vengon da luoghi tanto lontani,


ma son fratelli, sono italiani.



G. Gaida

 

filastrocche e immagini tratte dal sito www.partecipiamo.it/carnevale/1.htm

  

 

 

 

 

 

web designer Nori Barbara