Crea sito

 

mammachebuono

 

 
 

Le filastrocche per la festa della mamma

 

 

Le mie mani per la mamma

Con le mie mani seppur piccoline,

tantissime cose io posso fare.

Le posso battere,le posso guardare

delle carezze io posso dare.

E oggi, mamma, che è la tua festa,

le mie manine ti voglio donare.

E ora mi metto le mani sul cuore

Per dimostrarti il mio grande amore.

E con le mani ti mando un bacino

Stringimi forte e stammi vicino.

 

Poesia di Annalisa di Roma

 

Mamma,queste mie mani che sanno accarezzare

e alla tua festa sanno cogliere anche i fiori

hanno un grande difetto:quello di lasciare

le loro impronte su tutto ciò che vanno a toccare.

Rallegrati però che sto crescendo e i segni sui muri

e sulle sedie saranno un ricordo solamente!

Perciò oggi ti regalo la mia impronta

perché tu possa in un giorno ben lontano

rivedere la mia piccola mano

Poesia di Annalisa di Roma

 

Cosa a mammina regalerò

per la sua festa ancora non sò,

forse un castello le piacerà?

un principe no... ha già papà!

 

Poesia di Manuel di Florianna

 

La poesia e la rosa
Ho pregato un fioraio
di portarti una rosa,
quella piu' bella, la piu' profumosa.
Lui m'ha detto pur' di scriver 'na poesia
da dedicar alla mammina mia.
Ma di parole tre sol' me ne sovviene,
cosi' ti scrivo solo: ti voglio bene!

poesia di Zia Mariu'

Filastrocche tratta dal sito www.filastrocche.it

 

A scuola ho

Imparato

Tantissime cose,

alcune fantastiche

Altre curiose.

Ma l’amore e la vita

A chi è alto una spanna,

li puoi insegnare soltanto tu,

Mamma!

Poesia di Nicola di Barbara di Correggio (RE)

 

Un cuore rosso

Color dell’amore

 

Semplicemente un pensierino

Per te mammina mia.

Un regalo piccino piccino

Per ringraziarti che mi stai vicino.

Un cuore rosso color dell’amore,

che batte sempre a tutte le ore.

Un cuore che batte sempre per te,

che sei la cosa più bella che c’è.

 

Poesia di Jennifer di Barbara di Correggio(RE)

 

Nella grande savana,
ogni mamma africana
culla il suo bimbo dagli occhi neri;
e sono dolci i suoi pensieri.
Nell'oriente lontano,
ogni mamma tiene il suo bimbo per mano,
lo guarda e sorride felice
ascoltando quello che le dice.
Se penso a quello che tu fai con me,
mamma, che differenza c'é?
E lo sai che cosa ho capito?
Una cosa bella che adesso ti dico:
qualunque sia il suo colore,
ogni mamma tiene il suo bimbo nel cuore.
 

Poesia di Manuel di Mara di Vicenza

 

La mia mamma é bella
innaffia un fiore
mi abbraccia con amore.
E' quasi una pasticcera,
mi mette a letto la sera.
Mi sorride, mi da un bacino,
mi sta sempre vicino.
Ti voglio bene mamma
 
SMACK

Poesia di Nicol di Mara di Vicenza

 

Per la mamma:

ogni mamma somiglia ad una stella

ma tu, mammina cara,

sei sempre la più bella!

Tanti auguri!

 

Poesia di Roberto di Daniela

 

 

MAMMA ACCAREZZAMI
 
Mi piacciono le tue carezze
i tuoi baci i tuoi sorrisi.
E poi quando mi dici
'fai la brava!'
siamo ancora più amiche.
Il calor della tua mano
mi accarezza piano, piano.
Se poi lo fai anche un pò lento,
io, a poco a poco
mi addormento.
 
A.M. Gentili

Poesia di Nicol e Manuel di Mara di Vicenza

 

 

cucchiaio di legno con capelli, occhi, bocca e vestito.

Sul cuore c'è una poesia..

Regalino di Edoardo di Michela

 

Filastrocca Festa della mamma

Capricci e abbracci

Quasi ogni giorno faccio i capricci

ti chiedo le gomme, voglio il gelato

“Mi compri il mostrino? La fata coi ricci?

Le figurine del campionato?”

Poi voglio i cartoni in televisione,

per cena solo le patatine,

voglio dormire con te nel lettone

insieme all’orsetto e alle macchinine.

Ma oggi mamma è un giorno speciale

e i capricci non posso fare!

E’ la tua festa, mica vale

pure oggi farti stressare…

“Mi compri” e “Lo voglio” non dirò più,

ti chiedo una cosa e niente più.

Sarò più buono e lo prometto:

ma tu… abbracciami stretto stretto!


Autrice: Simona Maiozzi

maggio 2008

www.letturacheavventura.it

lettura che avventura
 

 

Filastrocca Festa della mamma di Nicol (6 anni)di Mara.

Il mio amore è infinito

vorrei dirtelo fiorito.

Il mio amore è sconfinato

vorrei dirtelo vellutato.

Non trovo parole profumate :

nella mia stanza non sono sbocciate.

Non trovo parole e sceso in giardino

metto l'amore in un mazzolino.
 

 

 

 

 

torna a l'home page

 

 

 

 

 

Filastrocche

 

 

 

web designer Nori Barbara